• Home
  •  > Notizie
  •  > Mondo della scuola e dello sport in lutto: addio ad Antoniella, prof e preparatore di Chioggia

Mondo della scuola e dello sport in lutto: addio ad Antoniella, prof e preparatore di Chioggia

Aveva 59 anni e insegnava all’istituto tecnico commerciale. In passato aveva collaborato anche con Spalletti al Venezia

CHIOGGIA. Grave lutto nel mondo dello sport. È morto lunedì all’ospedale di Padova, a causa di problemi cardiaci che si trascinava da tempo, all’età di 59 anni (ne avrebbe compiuti 60 ad agosto) Davide Antoniella, molto conosciuto soprattutto nel mondo della pallavolo per la sua collaborazione con le società locali.

Antoniella, che era docente all’Istituto Tecnico Commerciale di Chioggia, 13 anni fa era stato colpito da una miocardite, una infiammazione del muscolo cardiaco dovute probabilmente alla contrazione di un virus, che aveva compromesso la funzionalità del cuore. Pur dovendo combattere con la malattia, non aveva mai smesso di fare quello che papà Costanzo, morto appena quattro mesi fa, gli aveva trasmesso: la passione per lo sport.

Papà Costanzo era stato infatti arbitro di pallavolo e poi osservatore ai massimi livelli e proprio la pallavolo, si può dire, era il suo grande amore, prima da giocatore, ricoprendo il ruolo di alzatore, quindi da allenatore, preparatore ed anche da direttore sportivo, il suo ultimo incarico, la scorsa estate, al Volley Clodia con il compito di rilanciare la società.

«È un grosso dolore», lo ricorda Mauro Boscolo, il suo ultimo presidente, al Volley Clodia, «avevamo scelto Davide e la sua competenza per programmare l’attività sportiva del nostro club. Sapevamo che aveva questo problema, ma tutti noi speravamo che si potesse risolvere».

Molte le collaborazioni con le squadre cittadine di pallavolo: dal Volley Chioggia Sottomarina, all’Arvas, al Volley Clodia, ma molte sono state anche le collaborazioni con società di altri sport, in quanto svolgeva anche il ruolo di preparatore atletico. Fu, infatti, al fianco di Dodo Sormani (stagioni 2004-05 e 2005-06) in qualità proprio di preparatore atletico nel Chioggia Sottomarina calcio del presidente Levantaci, ma aveva anche lavorato con Spalletti al Venezia, quindi al Padova. Diplomato Isef, come detto faceva pure il preparatore atletico e il personal trainer. «Davide, quando si metteva un obiettivo in testa», lo ricorda Mauro Criscenti, allenatore al Volley Clodia e amico di famiglia», lo portava a termine. Ha un curriculum impressionante. Per me è stato tutto: un allenatore, un istruttore, praticamente un fratello. La scorsa estate, prima del ritorno della malattia, avevamo discusso la definizione della struttura del Volley Clodia. Ma non va dimenticato nemmeno il beach volley, il suo rapporto con Paulao, coach della nazionale cilena». Anche per Giancarlo Vianello la morte di Antoniella è un duro colpo. «Era stato il mio testimone di nozze. Non ci sono parole». Davide lascia la figlia Giulia di 17 anni, il fratello Gabriele e Loredana. —

Pubblicato su La Nuova Venezia