• Home
  •  > Notizie
  •  > Lutto nel basket a Venezia, è morta Barbara Bascelli

Lutto nel basket a Venezia, è morta Barbara Bascelli

L’allenatrice, a 60 anni, vittima del cancro. Aveva cominciato con le giovanili  negli anni ’80 ai Carmini, poi la storia con la Virtus. Onda di cordoglio in città

VENEZIA. Una donna preparata, piena di vita, disponibile e precisa sulla panchina con le sue ragazze come lo era stata in campo nella sua carriera da playmaker. Dopo la recente scomparsa di Silvio Zanon, fondatore della Fiamma, il basket veneziano perde un altro punto di riferimento. Nei giorni scorsi si è spenta Barbara Bascelli, 60 anni, strappata alla vita da un tumore.

Storica allenatrice della Virtus Venezia, Bascelli inizia ad allenare negli anni ’80 ai Carmini, partendo dal minibasket con le squadre under 13.

Al basket e ai suoi valori, Bascelli decide di dedicare la vita. Tanto che ben presto inizia a girare per altre società cittadine, dove si fa apprezzare per la determinazione e la sua energia. È infatti tra le fondatrici della società Le Fenici. In parallelo, però, non dimentica il basket giocato.

Partecipa nel corso degli anni a svariati campionati amatoriali senior, le sue doti da playmaker organizzatrice del gioco di squadra non passa inosservato tanto da diventare un punto di riferimento: per le sue compagne di squadra così come per le sue atlete.

«Oggi è uno di quei giorni che ti auguri non capitino mai, ma che purtroppo la vita ti spara davanti inopinatamente, quando meno te lo aspetti», il toccante messaggio comparso nella pagina facebook della Virtus, «Bella persona, schietta e preparata, la cui dipartita rappresenta una perdita per tutti noi dal cuore granata, ma anche per tutto il movimento del basket veneziano. Un abbraccio alla famiglia da tutta la Virtus Venezia, che la ricorderà sempre come figura fondamentale per la crescita della società che oggi conosciamo e nei cui valori ci riconosciamo. Ciao Barbara, buon viaggio e grazie».

Sposata con Tiziano Collarin e con due figlie (Alberta e Marta), sono state tantissime le testimonianze di incredulità e cordoglio alla famiglia comparse nelle ultime ore online. Anche Roberto Nardi, presidente della Fip Veneto, insieme a tutto il Consiglio regionale ha voluto mandare un messaggio di vicinanza alla famiglia: «A loro e a tutta la Virtus Venezia giunga l'abbraccio fraterno di tutta la pallacanestro veneta».

Pubblicato su La Nuova Venezia