• Home
  •  > Notizie
  •  > «Stefano era prudente e aveva un gran cuore»

«Stefano era prudente e aveva un gran cuore»

Le lacrime di Valeria, la moglie del 47enne morto nello schianto sulla Romea. «Un grande lavoratore, tutto per la famiglia»

CHIOGGIA

«Stefano era un grande lavoratore, una persona che ha sempre pensato al bene della sua famiglia. Mancherà tantissimo a me e alla nostra figlia». Valeria Tiozzo è la moglie di Stefano Costa, il 47enne pescatore morto domenica pomeriggio a Rosara di Codevigo a causa di uno scontro sulla Romea.

Viaggiava a bordo di una Peugeot 206 in direzione Mestre-Chioggia quando, per cause ancora in fase di accertamento da parte delle forze dell’ordine, si è scontrato contro un furgone che proveniva dalla direzione opposta.

Al volante di quest’ultimo mezzo c’era un cittadino polacco. Con Costa viaggiavano una donna di 40 anni e un ragazzo di 21, anche loro di Chioggia. Per il 47enne non c’è stato nulla da fare: l’uomo è morto sul colpo. Feriti, i due passeggeri che sono stati estratti dai pompieri di Piove di Sacco.

«Ero sposata con Stefano dal 1998» racconta Valeria Tiozzo «Faceva il pescatore, è sempre stato un gran lavoratore. Mai una vacanza per poter mantenere la sua famiglia e dare un futuro alla figlia, sempre al lavoro. Non sappiamo cosa sia successo domenica pomeriggio. Non era una persona che guidava in modo spericolato: anzi era prudente». Stefano lascia anche la figlia 24 enne Roberta. «Lui viveva per me e per la sua famiglia» racconta Valeria.

La notizia della morte ha colpito molto anche il quartiere dell’Isola della Fossetta, la zona di Chioggia cui era originario Stefano e in cui vive ancora la mamma Marisa che andava a trovare spesso.

«Siamo colpiti» spiegano alcuni abitanti della zona «da quello che è successo. Stefano era padre di famiglia, una persona che non aveva dimenticato il suo quartiere, veniva spesso a trovare la mamma che era rimasta vedova da poco. Aveva un gran cuore».

«Siamo addolorati per quello che è accaduto» dice il viceparroco della Navicella «La comunità si stringe attorno alla famiglia per questo grave lutto».

Tante persone hanno portato personalmente le condoglianze ai Costa. I funerali dell’uomo però non sono ancora stati fissati. Si terranno solo dopo il via libera della magistratura nei prossimi giorni. Intanto stamattina la Procura di Padova deciderà se e quando sarà disposta l’autopsia sul corpo del 47 enne. Oltre alla moglie Valeria e alla figlia Roberta, Costa lascia la mamma Marisa e due fratelli. —

Alessandro Abbadir

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia