• Home
  •  > Notizie
  •  > Cinquantenne colta da malore muore in mare

Cinquantenne colta da malore muore in mare

Il corpo della donna avvistato davanti piazza Brescia: inutili i soccorsi di bagnini e 118. Per ora non è stata identificata

JESOLO

Trovata in mare senza vita ma la sua identità è ancora un mistero. La vittima è una donna di circa cinquant’anni ma non è stata al momento identificata. Le onoranze funebri di Walter Gusso hanno recuperato la salma in spiaggia trasferendola alla cella mortuaria dell'ospedale di Jesolo in via Levantina. Ieri mattina la donna è stata notata da alcuni bagnanti verso le 10.20, nello specchio d’acqua vicino alla torretta 14, gestita dalla società Jesolo Turismo Spa nella zona antistante piazza Brescia.

La donna galleggiava a poche decine di metri dalla riva, a pancia in giù. I bagnanti non appena l’hanno vista sono corsi verso di lei, per capire cosa fosse successo e hanno subito intuito che era ormai priva di sensi. A quel punto l’hanno trascinata a riva, chiamando immediatamente gli addetti al salvataggio della Jesolo Turismo che si trovavano sulla torretta. Questi sono subito accorsi a riva e hanno avviate le pratiche di rianimazione, proseguite poi anche dal personale sanitario del 118, nel frattempo allertato. Ma per la donna non c’è stato più nulla da fare.

Erano ormai già trascorsi troppi minuti durante i quali era rimasta a pancia in giù in mare. Con tutta probabilità è stata colta da un malore e sarebbe morta prima dell’annegamento. Non è escluso che fosse in acqua già da diverso tempo prima del suo ritrovamento. E il fatto che non sia stata ancora riconosciuta può fare ritenere che la donna fosse entrata in acqua a una considerevole distanza dal punto in cui è stato poi ritrovata. Tra le ipotesi al momento prese in considerazione c'è anche quella di un malore o una congestione. Sul posto è giunta la Guardia Costiera di Jesolo con i militari per tutti gli accertamenti. In questa zona del lido, di fronte a piazza Brescia, era morto pochi giorni fa in mare anche un 79enne ex finanziere di Jesolo, Alado Arba. —

Giovanni Cagnassi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia