• Home
  •  > Notizie
  •  > Cordoglio per la morte dell’ex barista di 69 anni Auto sotto sequestro

Cordoglio per la morte dell’ex barista di 69 anni Auto sotto sequestro

FOSSALTA di portogruaro. La Procura di Pordenone ha deciso ieri di mettere sotto sequestro la Nissan Qashqai sulla quale viaggiava Ennio Valerio, l’automobilista di 69 anni deceduto giovedì sera dopo il terribile incidente accaduto in via Cesare Battist. Anche la salma resta a disposizione dell’autorità giudiziaria, che per il momento non ha disposto l’autopsia, sebbene non sia chiara la causa effettiva di morte.

Valerio avrebbe accusato un malore mentre stava affrontando una curva accennata verso destra, rimediando gravi ferite in più punti del corpo. Al decesso avrebbero contribuito, secondo i carabinieri che indagano, sia il malessere che i traumi. La salma è stata ricomposta dalla ditta Duomo all’obitorio di Fossalta, in attesa di un pronunciamento definitivo della magistratura sul nulla osta: i funerali slittano, quindi, alla prossima settimana. Vasto il cordoglio in tutto il mandamento per la tragica scomparsa.

Ennio Valerio era nato il 10 novembre 1950. Ha vissuto a Portogruaro, nella località originaria di Fossalato, che si trova a una manciata di metri dal luogo dell’incidente in cui giovedì alle 20 circa ha perduto la vita. Proprio nella piccola frazione, per molto tempo a cavallo tra gli anni 90 e 2000, Ennio aveva gestito il Bar Fossalato, che dalla conclusione della sua gestione è sempre rimasto chiuso. Solo dal 2005 Valerio si era trasferito a Teglio Veneto, in una zona residenziale nuova della cittadina. In anni più recenti è stato dipendente della Interspar di Concordia Sagittaria. Da poco aveva maturato l’età della pensione ed era diventato nonno. La moglie si chiama Fedora Beccaris e anche lei lavorava in un bar, nella località di San Filippo, frazione di San Michele. La passione per la gestione di un’attività è stata trasmessa da entrambi i genitori alla figlia Martina, conosciuta per essere stata dipendente de La Taverna dell’Asino, il locale più conosciuto di Teglio Veneto. —

R.P.

Pubblicato su La Nuova Venezia