• Home
  •  > Notizie
  •  > Venezia, la Polizia è in lutto per la morte di Francesco Lipari, segretario del Coisp

Venezia, la Polizia è in lutto per la morte di Francesco Lipari, segretario del Coisp

Ad ucciderlo è stato un tumore. Aveva scelto di non rendere pubblica la malattia. Solo pochi amici e i famigliari sapevano delle sue condizioni di salute

VENEZIA. Francesco Lipari, 56 anni, poliziotto e Segretario nazionale dei Coisp è morto nella notte di mercoledì. Ad ucciderlo è stato un tumore. Aveva scelto di non rendere pubblica la malattia. Solo pochi amici e i famigliari sapevano delle sue condizioni di salute.

Ha continuato, fino a quando il male lo ha consentito, a svolgere l’attività sindacale nell’organizzazione di cui è stato segretario provinciale e regionale. Come poliziotto ha prestato servizio, per oltre 20 anni, al commissariato di Marghera. Una seconda casa per lui non lontano dalla sua città

«Tutti noi siamo stati colti da una profonda angoscia quando abbiamo saputo della morte del nostro caro amico Francesco. Lealtà, onestà, correttezza, grande amore per la Polizia ed i poliziotti, sono le grandi qualità che hanno caratterizzato sempre Francesco, il cui contributo alla crescita etica del Sindacato è stato fondamentale - sottolinea il Coisp -. Ciao Francesco, ti piangiamo e ci stringiamo alla tua famiglia e agli amici più cari, offrendo loro un po' di quell'affetto che tutti noi, tutto il COISP e tutti i poliziotti che ti hanno conosciuto, abbiamo ricevuto da te».

Il consigliere comunale Gianfranco Bettin, ricordando Lipari dice: «Salutiamo con dolore e gratitudine Francesco Lipari, a lungo, fino all’ultimo, operante in città e in particolare presso il commissariato di Marghera. Ne abbiamo potuto apprezzare le grandi doti umane e professionali e oggi ne piangiamo la scomparsa. Serberemo un ricordo vivo della sua persona e resterà una traccia concreta del suo generoso ed efficace agire in città».

Pubblicato su La Nuova Venezia