• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto Mario Cavallarin, il “re dei tessuti”. Il negozio fu fondato nel 1915

Morto Mario Cavallarin, il “re dei tessuti”. Il negozio fu fondato nel 1915

Per tutti era “el Mario de la Elva”. I funerali saranno celebrati in duomo dal vescovo emerito Adriano Tessarollo

CHIOGGIA. La città è il lutto per la scomparsa sabato, all’età di 89 anni, dello storico commerciante Adolfo Mario Cavallarin, per tutti semplicemente “el Mario de la Elva”. Cavallarin era noto a Chioggia per la sua attività nella vendita di tessuti, a ridosso dello stradale ponte Zitelle, che durava da oltre un secolo.

Era stata infatti la madre, Elva Bellemo, nel lontano 1915, ad aprire il primo negozio, poi portato avanti dalla lungimiranza imprenditoriale del figlio Mario che, nel tempo, sempre nella stessa zona, aprirà altri quattro negozi sempre nel campo dei tessuti. Ma la vita di Cavallarin non si è limitata alla sola attività commerciale.

Molto vicino al mondo ecclesiale, Mario seguiva le vicende dei Salesiani, dei quali aveva fatto parte come allievo. Persona di grande cuore, sempre pronto ad aiutare chi aveva bisogno, elegante e capace di avere una parola con tutti, dall’alto della sua umanità difficilmente riscontrabile in altre persone.

Era un vero cattolico, che sapeva condurre la sua attività con grande umiltà e passione, assieme alla moglie Perla, doti trasmesse ai figli Silvia, Valeria, Stefania e Daniele, che dal 1990 portano avanti l’azienda di famiglia, probabilmente la più longeva esistente in città.

Era stato anche insignito dell’importante onorificenza ecclesiastica quale cavaliere di San Gregorio Magno ed era sempre in prima fila, ogni 11 giugno, alla processione dei santi patroni Felice e Fortunato.

Cavallarin aveva fatto parte dell’associazione commercianti di Chioggia, tanto che in una nota lo ha ricordato l’attuale presidente Alessandro Da Re.

«Un grazie di cuore» ha scritto il presidente di Ascom «per tutto quello che hai dato alla nostra associazione ed agli insegnamenti che mi hai dato con la tua semplicità e sapienza, che mi hanno fatto crescere fino a diventare presidente della nostra grande famiglia». Seguiva le vicende del calcio locale, prima come tifoso del Clodia e poi, dopo la fusione, dell’Union Clodiasottomarina. I funerali di Mario Cavallarin si svolgeranno martedì 18 alle 15.30 in Cattedrale e saranno celebrati dal vescovo emerito di Chioggia, monsignor Adriano Tessarollo. 

Pubblicato su La Nuova Venezia