• Home
  •  > Notizie
  •  > Scomparso il fondatore dell’azienda Gabbiani

Scomparso il fondatore dell’azienda Gabbiani

il lutto

Avrebbe compiuto 85 anni a breve. Ma a causa di problemi di salute che si trascinava da tempo, Luciano Gabbiani non ce l’ha fatta e si è spento nei giorni scorsi a Venezia. Un nome legato indissolubilmente a Venezia, quello di Gabbiani, con la storica sede dell’azienda di famiglia in calle Scaleta.

Da oltre cinquant’anni l’azienda a conduzione famigliare ha infatti sede a Ca’Bragadin a Cannaregio dove vengono composti, firmati e spediti gli oggetti artistici in vetro di Murano. Luciano Gabbiani ha fondato l’attività nel 1964 assieme alla moglie, l’artista e designer Marina Ravagnan, figlia del pittore Carlo Ravagnan, e da allora produce ed esporta in tutto il mondo vasi, coppe, lampade, lampadari e oggetti d’arredo. Prodotti dell’eccellenza veneziana, esibiti nelle vetrine affacciate verso il teatro Malibran. Questo fino alle difficoltà vissute dall’azienda prima dello scoppio della pandemia. «Mio marito ha sempre portato avanti l’azienda con grandissima passione», spiega la moglie, Marina Ravagnan, «ma ora le cose sono cambiate, negli ultimi anni facevamo difficoltà. Continuiamo a vendere i nostri lavori rimasti in giacenza, poi chiuderemo definitivamente. I nostri figli sono impegnati nelle rispettive carriere, come architetto e veterinaria. Non c’è modo di continuare l’attività. In ogni caso, i nostri spazi saranno dati in futuro a qualche attività che ha a che fare con la città, come uno studio di architetti. Sarebbe una ferita troppo grande darli ad attività turistiche». Gabbiani, i cui funerali si sono svolti ieri nella chiesa dell’ospedale Civile, lascia due figli: Carlotta e Filippo. —

e. p.

Pubblicato su La Nuova Venezia