• Home
  •  > Notizie
  •  > Caorle dà l’addio a Perissinotto, l’uomo delle idrovore di Ca’ Corniani

Caorle dà l’addio a Perissinotto, l’uomo delle idrovore di Ca’ Corniani

Aveva 89 anni ed è morto il giorno di Natale. Per tutti era semplicemente Bepi. Era esperto nel riparare Vespe e Moto Guzzi.

CAORLE. Due comunità, quella di Ca’ Corniani a Caorle e quella di Bibione, sono in lutto per la scomparsa, il giorno di Natale, di Giuseppe “Bepi” Perissinotto, morto a 89 anni per un tumore.

Era il suocero di Gianni Carrer, consigliere di San Michele Bibione.

Giuseppe Perissinotto era cresciuto nelle campagne delle Generali, a Ca’Corniani, tra i rami antichi e nuovi del Livenza e la fitta vegetazione.

Persona molto semplice, umile e buona, era stato gestore e manutentore delle idrovore di Ca’ Corniani, quelle che garantivano la continuità dei successi della bonifica.

Faceva poi il meccanico sui trattori per le Assicurazioni Generali. Abitava nella casa del custode fino a pochi anni fa, quando si è trasferito a Bibione dalla figlia Bruna.

Lascia anche il figlio Luca, rappresentante; i nipotini Matteo, Martina, Valentina e Alessandro.

Era noto per la sua grande capacità di riparare Vespe e Moto Guzzi. Una passione che lo ha accompagnato fino agli ultimi giorni di vita, in un garage di Bibione assurto a proprio laboratorio.

«Ci lascia una persona mite» ricorda Gianni Carrer «capace di trasmettere entusiasmo in ogni suo gesto».

Oggi, 28 dicembre, alle 18 nel duomo di Caorle verrà recitato il rosario in suffragio; mentre domani, 29 dicembre, alle 14.30 verranno celebrati i funerali nella chiesa di San Giovanni Battista, a Ca’ Corniani.

Pubblicato su La Nuova Venezia