Chiese in Provincia di Venezia - città di : Chiesa di San Giorgio Martire

Chiesa di San Giorgio Martire
S. Giorgio Martire

VENEZIA
piazza Baldin e Mantovan - Cavanella d'Adige, Chioggia (VE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Chioggia
Tipologia: chiesa
All'inizio del Mille esisteva in questo sito il monastero benedettino di S. Giorgio di Fossone (antico nome di Cavanella). Soppresso nel 1429, venne costruita una chiesa nel 1690 grazie alla nobile veneziana Laura Quirini. L'edificio cadde sotto le bombe nella primavera del 1945, venne ricostruito nel 1950 e dedicato a San Giorgio martire. Il fronte principale è semplicemente costituito da una parete di fondo, in mattoni a faccia vista, dalla quale emergono quattro semplici lesene in pietra.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

All'inizio del Mille esisteva in questo sito il monastero benedettino di S. Giorgio di Fossone (antico nome di Cavanella). Soppresso nel 1429, venne costruita una chiesa nel 1690 grazie alla nobile veneziana Laura Quirini. L'edificio cadde sotto le bombe nella primavera del 1945, venne ricostruito nel 1950 e dedicato a San Giorgio martire. Il fronte principale è semplicemente costituito da una parete di fondo, in mattoni a faccia vista, dalla quale emergono quattro semplici lesene in pietra. Internamente la chiesa dispone di una pianta a croce latina terminante con un abside semicircolare, e nel quadrato (incrocio tra navata e transetto) è presente una cupola, con tamburo ottagonale, ed appoggiata su quattro pennacchi sferici.

Facciata

La facciata principale della chiesa, rivolta verso est, è del tipo a capanna monofastigiata. Essa è costituita semplicemente da una parete lineare di fondo, in mattoni a faccia vista, dalla quale emergono quattro semplici lesene rivestite in pietra. Superiormente si trova il timpano triangolare, rifinito con una cornice decorativa, e reggente nel vertice maggiore una grossa croce lapidea. La facciata della chiesa termina con un alto arco in pietra, leggermente incassato nella muratura di fondo, e contenente un rosone in vetro, e anche il portale d'ingresso in legno massiccio. L'accesso alla chiesa è possibile dalla piazza frontestante attraverso quattro crepidine in pietra oppure tramite una rampa collocata sul lato sinistro della facciata.

Pianta

La chiesa presenta un impianto a croce latina, composta di una navata centrale di forma rettangolare terminante con un'abside incassata e con chiusura del fondo semicircolare, ma anche di due cappelle laterali che fungono da sorta di 'transetto'. Sul quadrato centrale, ovvero l'incrocio tra la navata e il transetto, si trova un tamburo ottagonale appoggiato su quattro pennacchi sferici. La zona riservata ai chierici, rialzata rispetto all'aula da tre gradini di marmo, è maggiormente impreziosita dall'altare maggiore con relativo tabernacolo su nicchietta. A Sud vi è anche una piccola cappella invernale.

Struttura

La struttura portante della chiesa è in mattoni pieni. La muratura esterna è in mattoni faccia a vista, con lesene e cornici rivestite in pietra. La muratura interna è intonacata di rosa con lesene bianche che scandiscono l'aula e reggono gli archi e la cornice. Il presbiterio è coperto da un tamburo ottagonale, con una finestra a lunetta per lato, mentre le pareti sottostati sono forate da due finestre circolari. Ogni campata dell'aula contiene una finestre a lunetta. La struttura portante della chiesa è in mattoni pieni di laterizi, lasciati a vista sui lati esterni, oppure rivestiti con lastre di pietra per quanto riguarda le cornici e le lesene, mentre è rifinita con intonaco latteo sui lati interni. La muratura interna è rappresentata da lesene bianche che sorreggono una corta cornice ma anche gli archi a tutto sesto. Il presbiterio è illuminato con finestre centinate presenti su ogni lato del tamburo ottagonale, e con due oculi sulle pareti sottostanti, mentre l'aula è illuminata con finestre centinate presenti su ogni campata maggiore delle lesene ma anche dal rosone della parete d'ingresso. Infine le cappelle laterali, sorta di transetto, sono illuminate con doppie finestre centinate frontestanti. L'intradosso di copertura dell'aula è realizzato con una volta ribassata a tre centri, questa interrotta da unghie che portano agli archi ciechi, ma anche alle due cappelle laterali voltate a botte. Al centro del presbiterio è presente un tamburo ottagonale, la cui copertura piana contiene un piccolo dipinto tondo di raggi solari con le iniziali di 'IHS'. Il tamburo è collegato alla muratura sottostante attraverso quattro pennacchi sferici. L'abside presenta una volta a calotta.

Coperture

La copertura esterna della chiesa è a doppia falda inclinata con rivestimento in coppi di laterizio, mentre quella delle cappelle la

XI sec. - 1429 (preesistenze carattere generale)

All'inizio del Mille esisteva in questo sito il monastero benedettino di S. Giorgio di Fossone (antico nome di Cavanella). Soppresso nel 1429, il titolo abbaziale venne convertito in rettoria.

1690 - 1690 (preesistenze costruzione )

Nel 1690 la nobile veneziana Laura Quirini fece costruire una chiesetta e nello stesso anno il vescovo S. Rosada decretò l'erezione della parrocchia.

1945 - 1945 (demolizione totale intero bene)

Durante la seconda guerra mondiale, la chiesa crollò sotto le bombe.

1945 - 1950 (ricostruzione intero bene)

Nel 1945 venne ricostruita l'attuale chiesa e consacrata dal vescovo G. Ambrosi nel 1950.

Mappa

Cimiteri a VENEZIA

Via Cavin Di Sala Santa Maria Di Sala (Ve)

Viale Della Rimembranza Salzano (Ve)

Via Della Stazione 57 (Ve)

Onoranze funebri a VENEZIA

Via Giusti 1 30038 Spinea

Sestiere Cannaregio 4610 Venezia