• Home
  •  > Notizie
  •  > È morto Ernesto Cattel pioniere del Prosecco naturale e biodinamico

È morto Ernesto Cattel pioniere del Prosecco naturale e biodinamico

FOSSALTA DI PIAVELutto nel mondo della viticoltura. È morto improvvisamente a 54 anni Ernesto Cattel, noto imprenditore, esponente di una dinastia di industriali nel settore alimentare. Era stato...

FOSSALTA DI PIAVE

Lutto nel mondo della viticoltura. È morto improvvisamente a 54 anni Ernesto Cattel, noto imprenditore, esponente di una dinastia di industriali nel settore alimentare. Era stato patron dell’azienda agricola “Costadilà” a Tarzo. Grazie alla sua attività, si era accreditato come paladino della biodiversità, diventando un vero e proprio personaggio, protagonista delle più importanti fiere agricole e vinicole. Cattel, insieme a Mauro Lorenzon, famoso gestore dell’osteria Mascareta di Venezia, aveva avviato un’importante produzione di Prosecco, seguendo tradizioni di coltivazione biodinamica.

«Con Ernesto avevamo creato il marchio e la linea», lo ricorda Lorenzon «il nostro motto era: ricominciamo dal fondo, passando nel torbido per vedere chiaro». E infatti il particolare Prosecco colore aranciato aveva presto spopolato diventando un must nelle tavole dei ristoranti e delle enoteche. L’azienda di Tarzo aveva gestito vigneti di proprietà e in affitto per un totale di dieci ettari, impiantati in prevalenza a Glera. L’azienda agricola di Ernesto Cattel faceva parte del gruppo di VinNatur, un’associazione di produttori naturali che si propone di difendere l’integrità del proprio territorio rispettandone la storia, la cultura e l’arte.

Precedentemente Cattel era stato attivo imprenditore nell’ambito turistico sul litorale, era stato anche presidente dell’Assocamping del Cavallino. Molti i messaggi di cordoglio dopo la notizia dell’improvvisa scomparsa. Tra questi anche quello del comitato “Marcia Stop Pesticidi” che ha condiviso un post di “Rete Contadina”: “Ernesto Cattel, uno di noi. È stato tra i primi “rivoluzionari” del prosecco naturale, raccogliendo passioni e affetti senza confini. Addio Ernesto. Addio, grande impareggiabile Maestro”. I funerali si terranno in forma privata, a Fossalta di Piave dove viveva. —

Francesca Gallo

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



Pubblicato su La Nuova Venezia