• Home
  •  > Notizie
  •  > Trovata morta a 48 anni nella sua casa di Bologna, lutto a Mira per Luisa

Trovata morta a 48 anni nella sua casa di Bologna, lutto a Mira per Luisa

Luisa Lissandrin Marton, appartenente ad una nota famiglia mirese di proprietari terrieri

MIRA. Trovata morta in casa a Bologna per un malore. Luisa Lissandrin Marton aveva 48 anni ed è stata rinvenuta senza vita sabato scorso nella sua abitazione nel capoluogo emiliano, dove risiedeva da tempo. La donna era originaria di Mira ed era la figlia del medico Anna Marton e di Sandro Lissandrin, professionista morto da qualche anno fa. Dopo il ritrovamento in casa del corpo della donna, la magistratura bolognese ha dato il via libera ai funerali.

La notizia della scomparsa di Luisa Lissandrin ha colpito molto la comunità di Mira Taglio, dove la famiglia è molto conosciuta. L’area di Mira Taglio a ridosso dei via Gramsci viene ancora ricordata dalle persone di una certa età come “zona Lissandrin” per l’area urbanistica legata ai fondi terrieri di questa famiglia. Area su cui è sorto, negli anni Sessanta e Settanta, il quartiere centrale del capoluogo con quasi 6.000 abitanti. Lo zio Giuseppe Lissandrin, per tutti “Bepi”, è stato per anni il patron del Calcio Mira quando negli anni Ottanta la formazione militava in Serie C2.

Luisa per tanti anni aveva abitato con la famiglia in via Alfieri, una laterale di via Gramsci. Poi il trasferimento a Bologna, dove sabato è mancata. Toccante il messaggio voluto dai familiari sull’epigrafe: “Addio dolce Luisa. Tutti coloro che l’hanno conosciuta e amata chiedono a Luisa il suo conforto e che lei possa asciugare le loro lacrime”. I funerali della 48enne saranno celebrati venerdì alle 15 nella chiesa di San Nicolò a Mira Taglio. Luisa lascia la mamma e una sorella. Dopo l’estremo saluto, la salma sarà cremata e successivamente le ceneri verranno tumulate nel cimitero di Gambarare.

Pubblicato su La Nuova Venezia