• Home
  •  > Notizie
  •  > Morto nello schianto sulla Vallenari bis, ecco chi era la vittima

Morto nello schianto sulla Vallenari bis, ecco chi era la vittima

Il ricordo di Enrico Della Puppa, nelle parole di Eugenio Crotti, presidente del Leoncino Basket, la società di cui era dirigente la vittima: «Il basket per lui era la vita»

MESTRE. «Enrico ha vissuto per il basket. Prima da giocatore e poi da dirigente e allenatore. Ha iniziato ad allenare che non aveva ancora 20 anni e poi la carriera dirigenziale a Favaro, a Chirignago, alla Gazzera. È stato una colonna portante, fin dalla fondazione, del Junior Basket Leoncino. «Per me era un fratello», racconta con un groppo in gola Eugenio Crotti, presidente del Leoncino. «Anche quando a Chirignago aveva seguito la Reyer di serie C, come dirigente, non aveva mai smesso di lavorare con la Leoncino».

Enrico Della Puppa era titolare della Tristudio Sas Di Marghera, una ditta che produce gadget sportivi e stampa magliette. Sposato con Francesca, aveva tre figli. Ed è cognato di Marco Gnaccolini, sceneggiatore, drammaturgo e scrittore di talento.

Ancora Crotti: «Era una persona che riusciva ad avere buoni rapporti con tutti». Ieri sera la società si è riunita nella palestra della Gazzera dove si allenano i ragazzi. «Siamo tutti qui, nella palestra Gramsci, increduli, distrutti, in lacrime», dice Crotti. «Ci guardiamo e nessuno riesce ancora a crederci. Io l’avevo sentito ieri sera (lunedì, ndr) aveva partecipato all’allenamento dei ragazzini del minibasket, della squadra dove gioca uno dei suoi figli. Siamo qui e ad ogni atleta, dirigente, allenatore, genitore che arriva, il dolore si rinnova. Avremo tempo per ricordare e commemorare Enrico, adesso c’è solo il dolore».

Poco dopo che si era diffusa l a notizia tante società venete del basket hanno fatto sentire la loro vicinanza alla Leoncino. Cordoglio e vicinanza alla famiglia anche da parte della Federbasket veneta che sul sito ha pubblicato: «Il presidente del Comitato regionale, Roberto Nardi, e tutta Fip Veneto esprimono il più sentito cordoglio per la scomparsa improvvisa di Enrico Della Puppa. Alla famiglia di Enrico, alla società e a tutti gli amici e parenti giunga il fraterno abbraccio». —

Pubblicato su La Nuova Venezia