• Home
  •  > Notizie
  •  > Dramma a Camponogara: muore nel giorno del funerale del figlio

Dramma a Camponogara: muore nel giorno del funerale del figlio

Lucia Gardellin si è spenta giovedì a 77 anni, il sabato precedente un malore aveva stroncato Denis Schiavo (51)

CAMPONOGARA. Mamma muore a 5 giorni di distanza dal figlio. Un decesso avvenuto in ospedale dopo un lungo ricovero e sopraggiunto nella giornata del funerale del figlio. La doppia tragedia ha funestato in meno di una settimana il paese di Camponogara.

Giovedì 27 è venuta a mancare Lucia Gardellin vedova Schiavo, 77 anni. Sabato 22, invece, era morto il figlio di 51 anni, Denis Schiavo, a causa di un malore improvviso che non gli aveva lasciato scampo.

La donna, che viveva con i figli Denis e Massimiliano in un appartamento di una casa popolare nella struttura di Villa Menegazzo, nel capoluogo del centro rivierasco, era finita in ospedale oltre un mese fa. Era stata ricoverata per problemi cardiaci. Poi il quadro clinico si era ulteriormente complicato e l’anziana era stata portata all’ospedale di Noale. Giovedì la situazione è precipitata e l’anziana ha perso la vita.

La notizia del decesso della donna a pochi giorni dalla scomparsa del figlio ha scosso l’intero paese. Parole di conforto per il doppio lutto sono arrivate dal parroco della chiesa di Camponogara, don Alberto Peron.

«Tutta la comunità di Camponogara», dice il sacerdote, «è vicina a questa famiglia colpita in tempo così breve da due gravissimi lutti». Il sacerdote che ha celebrato giovedì l’addio a Denis ora si appresta alla cerimonia per mamma Lucia.

Il figlio di Lucia Gardellin, Denis Schiavo, da tempo soffriva di problemi cardiaci.

Ed era stato proprio il cuore a tradirlo: colpito da un grave malore, era stato immediatamente soccorso dal personale del Suem 118 e trasferito all’ospedale dell’Angelo di Mestre dove i medici avevano tentato in tutti i modi di salvargli la vita. Purtroppo il quadro clinico era peggiorato drasticamente e sabato 22 gennaio l’uomo era spirato. Denis Schiavo aveva lavorato nel comparto della raccolta del ferro. Nel quartiere in cui viveva lo ricordano come una persona molto schiva e riservata.

Lucia Gardellin, casalinga, lascia il figlio Massimiliano, le figlie Antonella e Miledi, i generi ed i nipoti. Un rosario di suffragio verrà recitato in suo ricordo domani alle 19 in chiesa a Camponogara.

I funerali saranno celebrati lunedì alle 15 nella stessa chiesa. Il feretro arriverà dall’ospedale di Mirano. Dopo l’estremo saluto, la donna sarà sepolta nel cimitero del paese. 

Pubblicato su La Nuova Venezia