• Home
  •  > Notizie
  •  > L’addio a “Tore” Rottino commozione a Jesolo

L’addio a “Tore” Rottino commozione a Jesolo

l’ultimo saluto

Ieri nella chiesa di piazza Trieste l’ultimo saluto a Salvatore Rottino. Il 56enne imprenditore è morto al lido di Jesolo a causa di un tumore che lo aveva colpito circa tre anni fa. Ad accompagnare il feretro nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice, la mamma Ornella e il fratello Stefano, medico chirurgo a Milano. Il padre, Giuseppe Rottino, ortopedico all’ospedale di Jesolo, si era spento a 88 anni lo scorso mese di maggio. Salvatore Rottino lascia anche l’affezionato zio Gianni Gobbo, patron della discoteca King’s che lo aveva voluto con sé a lavorare nella discoteca jesolana come giovane pr e poi collaboratore nella gestione del locale. Insieme si erano poi dedicati al settore immobiliare.

Salvatore viveva parte dell’anno a Lampdusa dove aveva avviato altre attività e dove abitava in una bellissima villa. Esuberante e pieno di vita, non passava inosservato per i suoi modi e il temperamento. Aveva vissuto intensamente gli anni della Jesolo by night tra i protagonisti al King’s e in altri locali. E tra i suoi amici più vicini, anche oggi nel lutto, c’è sempre stato Nicola Parente, re della vita notturna a Venezia e poi in Sardegna al Billionaire di Briatore. Il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, ha formulato le condoglianze della città alla conosciuta famiglia. —

g. ca.

Pubblicato su La Nuova Venezia