• Home
  •  > Notizie
  •  > Trovato a terra in strada, 41enne muore per infarto

Trovato a terra in strada, 41enne muore per infarto

Lutto a Ca’ Savio, è crollato privo di sensi dopo aver prelevato al bancomat a 100 metri da casa. Tentativi disperati di salvarlo fino all'arrivo dell'autoambulanza con medico a bordo a cui non è rimasto che constatare il decesso

CAVALLINO. Muore d'infarto a 41 anni dopo aver prelevato al bancomat a 100 metri da casa. È accaduto alle 22.45 di venerdì sera a Ca' Savio a Vittorio Gersich trovato sul marciapiede in fin di vita all'altezza del civico 78 lungo via Fausta da un gruppo di giovani di passaggio non lontano dalla chiesa di San Francesco D'Assisi.

Chi si è accorto di lui, immobile sul marciapiede, ha segnalato “uomo a terra privo di sensi” alla Croce Verde di Ca' Savio. I sanitari Suem 118 arrivati subito si sono immediatamente resi conto dal polso debole che Gersich si trovava in arresto cardiocircolatorio e per questo hanno iniziato immediatamente tutte le manovre di rianimazione, dal massaggio cardiaco al defibrillatore. Tentativi disperati di salvarlo che sono durati alcuni minuti fino all'arrivo dell'autoambulanza proveniente dal pronto soccorso dell'ospedale di Jesolo col medico a bordo a cui non è rimasto che constatare il decesso. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Ca' Savio che hanno comunicato la morte al pm di turno. La salma è stata ricomposta dagli operatori dei servizi funebri Facco che l'hanno trasportata a Mestre mettendola a disposizione dell'autorità giudiziaria per un'autopsia che potrà venire disposta già da lunedì. Si ipotizzano le cause naturali del decesso ma non si sa per quanto tempo sia rimasto accasciato sull'asfalto in seguito al malore prima di venire notato da chi ha chiamato i soccorsi. Il 41enne originario di Venezia dal carattere molto riservato, fino ad un anno fa era impiegato all'Aci di Punta Sabbioni, ma ora era disoccupato e viveva da solo a Cavallino-Treporti.

Pubblicato su La Nuova Venezia