• Home
  •  > Notizie
  •  > Tamponamento fra tre Tir in autostrada camionista muore travolto da lamiere

Tamponamento fra tre Tir in autostrada camionista muore travolto da lamiere

Feriti i conducenti degli altri due mezzi pesanti, un altro tamponamento senza conseguenze. A4 chiusa in serata 

ANNONE VENETO

Due tamponamenti in A4 ieri pomeriggio: nel primo, sulla carreggiata Est dell’autostrada, è morto un autista romeno. È successo ieri alle 18, nella zona di Loncon, subito dopo il Fosso Melonetto, che già ha visto altre tragedie quest’anno. La A4 è stata chiusa alle 20, per rimuovere i mezzi coinvolti nel primo incidente.

La cronaca non è diversa da quella di altri precedenti incidenti mortali. Poco dopo il casello di San Stino in direzione di Trieste si sono scontrati tre mezzi pesanti a meno di cinque chilometri dall’inizio del cantiere della terza corsia tra Portogruaro e Alvisopoli che dovrebbe essere completato a breve. Dei tre camionisti coinvolti la sorte peggiore è toccata a quello rimasto intrappolato in mezzo. Ha tamponato il primo camion ma quello che lo seguiva lo ha tamponato a sua volta. La conseguenza è stata tragica. Il terzo camion ha scaraventato gran parte del carico contro la cabina del secondo; il camionista è deceduto, travolto dalle lamiere.

Sul posto vigili del fuoco, Autovie Venete, Suem 118 con vari mezzi e un elicottero. La ditta Buosi ha ricomposto la salma trasferendola all’obitorio di Portogruaro. Feriti lievemente gli altri due camionisti coinvolti.

Alle spalle di questo incidente si è verificato un secondo tamponamento fra tre mezzi pesanti, tra cui uno dell’Esercito, ma per fortuna senza conseguenze.

Code non consistenti in definitiva verso Trieste. La concessionaria non ha chiuso la carreggiata Est. Si transitava a una sola corsia. In molti hanno preferito però uscire a Cessalto. La chiusura è stata decretata solo per spostare i camion, con disagi minimi.

È furibondo il presidente della conferenza dei sindaci Gianluca Falcomer. «Stiamo attendendo da due mesi che la Regione ci dia una risposta alle nostre richieste. Sui tempi di collegamento della terza corsia ad esempio» spiega Falcomer «spedirò una mail in cui solleciterò nuovamente l’assessore regionale Elisa De Berti».

Al vertice di questa estate di Portogruaro il presidente di Autovie Paniz aveva fatto capire che per accelerare le opere mancano i soldi; ma che progressi sono stati fatti in due mesi?

I sindaci volevano coinvolgere direttamente il premier Draghi. Nel frattempo un’altra estate è trascorsa e in A4 si continua a morire. E tra un mese si torna all’orario solare, un’insidia maggiore per la fitta oscurità nella stagione delle nebbie. —

Rosario Padovano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia