• Home
  •  > Notizie
  •  > Andrich morto annegato Funerale sull’Edipo Re

Andrich morto annegato Funerale sull’Edipo Re

torcello

Paolo Andrich, 57 anni, che gestiva la casa museo dello zio Eugenio a Torcello, è morto annegato. Lo ha stabilito l’autopsia eseguita dalla dottoressa Cristina Mazzarollo. Molto probabilmente Andrich è stato colto da un malore mentre nuotava in laguna. Cosa che in estate faceva molto spesso. Il cadavere di Andrich era stato ripescato nella tarda mattinata di giovedì davanti all’imbarcadero Actv di Burano. Ieri il pm Giorgio Gava che si occupa del caso ha messo la salma a disposizione dei famigliari per il funerale. Non avendo riscontrato elementi che possono ricondurre al coinvolgimento di altre persone nella morte di Andrich, per il magistrato il caso è chiuso. Nelle prossime settimane saranno depositati anche gli esiti delle analisi tossicologiche. I famigliari e gli amici stanno organizzando la cerimonia funebre seguendo le indicazioni che Paolo aveva dato mentre era ancora in vita. Non perché sentisse la morte vicina o avesse intenzioni suicide. Quindi dopo la benedizione del feretro, la salma sarà cremata. Poi a bordo dell’”Edipo Re”, la barca che fu di Maria Callas e di Pierpaolo Pasolini, l’Iran con le ceneri sarà portata lungo i canali della laguna nord che per lui era il “Paradiso”. L’ultimo tratto di corteo funebre si svolgerà, a piedi, dall’imbarcadero di Torcello e la casa-museo dove verrà custodita la teca con le ceneri. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia