• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio a Lucio Baruzzo amava la storia locale

Addio a Lucio Baruzzo amava la storia locale

NOALE

Era andato in pensione meno di un anno fa. Lucio Baruzzo, 62 anni, ex infermiere e appassionato di storia locale, è morto lunedì a causa di una lunga malattia. La sua passione era nata frequentando la chiesa e aiutando il papà Gino, sacrestano di Noale per 60 anni, venuto a mancare a fine dicembre 2020. Baruzzo aveva lavorato per molti anni negli ospedali di Noale e Mirano. nell’ottobre scorso aveva terminato il servizio, poi si era ammalato e aveva dovuto affrontare numerose cure.

Nella città dei Tempesta era molto apprezzato per il suo interesse verso le opere d’arte, soprattutto quelle all’interno della chiesa dei Santi Felice e Fortunato di Noale. Ad una di queste, la pala di San Giovanni Battista tra i Santi Paolo e Pietro, Baruzzo aveva dedicato anni di ricerche e studi per capire chi ne fosse l’autore. L’opera è sempre stata di difficile attribuzione, perché c’è chi la vuole realizzata da Lattanzio da Rimini, chi da Cristoforo Caselli, chi da Vittore Carpaccio. Baruzzo era convinto che fosse stato proprio quest’ultimo.

Oltre alla moglie, Baruzzo lascia la mamma, i fratelli e la sorella. Il funerale sarà celebrato domani alle 15.30 in chiesa a Briana. Poi la salma riposerà nel cimitero di Noale a fianco di quella del papà Gino. —

Pubblicato su La Nuova Venezia