• Home
  •  > Notizie
  •  > Perde il controllo della Kawasaki Ninja muore a 61 anni a un chilometro da casa

Perde il controllo della Kawasaki Ninja muore a 61 anni a un chilometro da casa

Giuseppe Gorghetto era andato a fare un giro in moto come ogni domenica: si è schiantato di fronte al cimitero di Meolo

MEOLO

Ha perso il controllo della sua moto, venendo sbalzato dalla sella. E, dopo aver urtato il capo contro un palo a lato della carreggiata e aver fatto un volo di una ventina di metri, è finito nel prato che costeggia la strada. Tragedia ieri mattina, intorno alle 9.30, sulla Treviso Mare a Meolo. Ha perso la vita un 61 enne, Giuseppe Gorghetto.

L’uomo abitava a nemmeno un chilometro di distanza dal luogo dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione, come ogni domenica mattina Giuseppe Gorghetto aveva deciso di andare a fare un giro con la sua moto, una Kawasaki Ninja. La moto era la sua grande passione, che purtroppo gli è stata fatale. Gorghetto ha imboccato la Treviso Mare in direzione Fossetta ed è lì che si è verificata la tragedia, nel tratto compreso tra la rotatoria ai piedi del cavalcavia autostradale e la rotonda di via Diaz, giusto di fronte al cimitero di Meolo.

La dinamica è ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri, ma potrebbe essersi trattato di una fuoriuscita autonoma. Secondo una prima, sommaria, ricostruzione, l’incidente potrebbe essere avvenuto mentre la moto era in fase di rientro dal sorpasso di alcune vetture. Benché non a velocità sostenuta, Giuseppe Gorghetto, per cause da chiarire, avrebbe perso il controllo della sua Kawasaki. Sbalzato dalla sella, avrebbe sbattuto la testa sull’unico palo presente a lato della carreggiata e che regge un cartellone pubblicitario. Per poi finire sul prato al lato della strada, dopo un volo di una ventina di metri. In ogni caso spetterà ai militari dell’Arma chiarire la dinamica. I carabinieri, intervenuti sul posto con due pattuglie e una terza per regolare il traffico, hanno eseguito i rilievi in maniera minuziosa per circa tre ore. I militari hanno acquisito anche la testimonianza di alcuni automobilisti che avevano assistito alla scena. Purtroppo per Giuseppe Gorghetto non c’è stato nulla da fare. A nulla è servito il disperato intervento dei sanitari del Suem 118 e, prim’ancora, di un’infermiera di passaggio, che si è fermata per tentare di prestare i primi soccorsi allo sfortunato centauro. Troppo gravi le ferite riportate dal 61 enne. In volo si era levato anche l’elisoccorso del Suem di Treviso. Ma l’elicottero è rientrato vuoto alla base dell’ospedale Ca’ Foncello. La salma di Giuseppe Gorghetto è stata ricomposta dalle onoranze funebri Trevisin di Roncade e si trova a disposizione dell’Autorità giudiziaria. La moto, recuperata dal soccorso stradale, è stata posta sotto sequestro. Sarà l’Autorità giudiziaria a valutare se saranno necessari ulteriori accertamenti. Oppure se sarà possibile rilasciare il nulla osta, per i funerali. Poco dopo l’incidente, sul luogo della tragedia sono arrivati i familiari del 61enne, accorsi dalla vicina abitazione di via Ca’ Corner Sud. Sono stati attimi strazianti, di incontenibile dolore. Sul posto è arrivata anche l’ambulanza per un lieve malore, che ha colpito uno dei presenti. Il traffico è rimasto bloccato solo per un brevissimo tempo. Poi è potuto defluire regolarmente, seppure rallentato, durante tutte le operazioni di rilievo, in quanto la moto ha terminato la sua corsa fuori dalla carreggiata. —

Pubblicato su La Nuova Venezia