• Home
  •  > Notizie
  •  > Morte improvvisa a 47 anni autopsia per scoprire le cause

Morte improvvisa a 47 anni autopsia per scoprire le cause

La donna era a casa di un amico: è stato lui a trovare il corpo e a dare l’allarme Nessun segno di violenza, forse è stato un malore. Incredulità degli amici

CAVARZERE

Trovata senza vita una donna di 47 anni, Erika Salvan, padovana di Candiana: indagini in corso per accertare le cause del decesso, avvenuto in una abitazione di Cavarzere. Ad trovare il corpo ormai esanime, venerdì mattina, è stato il proprietario, amico della donna, che subito ha dato l’allarme e chiamato i soccorsi. Il personale del Suem 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso, sembra per cause naturali, della donna. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Cavarzere e del nucleo radiomobile della Compagnia di Chioggia.

Durante il sopralluogo nell’abitazione i militari non hanno trovato particolari segni di violenza né elementi che possano far pensare ad un gesto autolesionisitico o suicida. L’amico di Cavarzere ha collaborato attivamente e ha risposto alle domande dei carabinieri. Vista l’età della donna il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Venezia ha disposto ulteriori accertamenti, compresa l’autopsia, per cercare di dare una spiegazione alla morte improvvisa.

Tutto lascia pensare che si tratti di cause naturali, resta da capire se si sia trattato di un malore che ha colto la donna nel sonno oppure di qualche patologia latente. Erika Salvan, che viveva a Candiana con il padre e la sorella, era molto stimata per il suo lavoro in casa degli anziani. «Erika era benvoluta, una donna con un cuore grande, dal carattere gentile ma riservato, sempre con un sorriso dolcissimo, molto apprezzata per il suo lavoro che svolgeva con passione e dedizione», racconta una cara amica. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia