• Home
  •  > Notizie
  •  > Coronavirus: addio a 61 anni a Renato Rizzetto, ex operaio all’Alcoa di Marghera

Coronavirus: addio a 61 anni a Renato Rizzetto, ex operaio all’Alcoa di Marghera

Era il papà del segretario del Partito democratico locale. Già malato di cancro, gli è stato fatale il Covid

MESTRE. «Abbiamo combattuto, insieme, speranzosi di iniziare la cura (...) Ma questo cancro è stato troppo aggressivo, veloce ed in qualche settimana si è riformato. E il covid ha complicato le cose e ti ha dato il colpo di grazia, da solo, lì in ospedale, distante dall’affetto dei tuoi cari. Questa malattia che tanti, troppi ormai deridono, è seria, infima e crudele». Le parole, piene di amore, dell’unico figlio, Marco, sintetizzano il dramma vissuto da Renato Rizzetto che se ne è andato all’età di 61 anni nel reparto di Medicina Covid dell’ospedale di Mestre. Ex operaio dell’Alcoa di Porto Marghera, Renato Rizzetto è il papà di Marco, segretario del circolo Pd di Marghera. Lascia anche la moglie Diana.

«Mio padre era in ospedale da una settimana. È morto con il Covid-19 ma ad ucciderlo è stato il Sarcoma, un cancro terribile che speravamo di aver sconfitto ma che si è riformato. Quando è stato ricoverato, hanno scoperto il Covid e da Medicina lo hanno trasferito nel reparto di Medicina Covid», racconta il figlio, anche lui oggi positivo come la mamma. «Io e mia mamma ora siamo in quarantena, entrambi positivi. E per questo non sappiamo quando potranno essere celebrati i funerali di mio padre, purtroppo. Dobbiamo ringraziare l’ospedale: ci hanno sempre tenuti informati».

Il lutto diventa dramma solitario per la famiglia Rizzetto che vive a Malcontenta di Venezia da anni ed è molto conosciuta. Renato Rizzetto dopo aver lasciato la fabbrica era attivo con lo Spi, il sindacato pensionati della Cgil ed era iscritto al Partito Democratico di Marghera.

Marco ha voluto ricordare suo padre con una toccante lettera su Facebook. Che inizia con un “Grazie” e si conclude con parole d’amore. «Sono e sarà fiero di te, il mio esempio da seguire. Se non fosse per te e la mamma, non sarei diventato quello che sono oggi». —

 

Pubblicato su La Nuova Venezia