• Home
  •  > Notizie
  •  > Domani addio a Nicolò L’amico Valerio è uscito ieri dal coma

Domani addio a Nicolò L’amico Valerio è uscito ieri dal coma

Un cartello con 50 firme posto davanti al bar della mamma Il funerale nella chiesa di San Mauro con 200 posti a sedere

NOVENTA

Saranno celebrati domani alle 15, nella chiesa di San Mauro a Noventa, i funerali di Nicolò Minello, il 22enne che ha perso la vita nel tragico incidente stradale avvenuto domenica sera a Salgareda. Oggi, venerdì 23, verrà recitato il Rosario, con inizio alle 20. Nella giornata di ieri la Procura di Treviso ha concesso il nulla osta alla sepoltura. Il pubblico ministero Maria Giovanna De Donà, titolare del fascicolo aperto sull’incidente, non ha ritenuto necessario disporre l’autopsia.

Le onoranze funebri Stefanon e Brollo si sono subito prodigate per l’organizzazione delle esequie. In previsione di un notevole afflusso di persone alla cerimonia, si è attivata anche l’Amministrazione comunale, con il sindaco Claudio Marian, per garantire lo svolgimento del funerale nel rispetto delle norme anti-Covid.

All’interno della chiesa saranno disponibili 200 posti a sedere debitamente distanziati. In chiesa si entrerà solo dalla porta principale, mentre si uscirà dalle due entrate laterali delle navate. Chi non riuscirà a entrare, potrà seguire la cerimonia sul sagrato, grazie alla diffusione dell’audio. Sul sagrato saranno posizionate delle sedie, il cui numero è in fase di valutazione per il rispetto delle prescrizioni sanitarie. A vigilare sulla sicurezza della cerimonia saranno polizia locale, carabinieri e Protezione civile. Dopo le esequie, la salma riposerà nel cimitero di Noventa. Per le disposizioni sull’emergenza sanitaria, non si potrà tenere il tradizionale corte funebre a piedi dalla chiesa al camposanto.

Mentre Noventa si prepara a vivere il suo giorno più triste, per il paese ieri è arrivata almeno una buona notizia dall’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Il 22 enne Valerio Castiglione, uno dei due feriti più gravi dell’incidente, si è svegliato dal coma. Intanto gli amici di Nicolò, che lavorava in un’agenzia immobiliare e giocava a calcio nel Grassaga, hanno voluto rendergli omaggio, affiggendo un cartellone sulla saracinesca del bar “Da Rolando”, di cui la mamma del giovane, Agostina “Ni-va” Perissinotto, è una delle titolari. Sul cartellone campeggiano una cinquantina di firme degli amici. E al centro un grande cuore, con un messaggio impresso. «Il vuoto che ci hai lasciato potrà essere colmato solo da tutti i bellissimi ricordi che abbiamo di te», si legge, «resterai sempre nei nostri cuori, sarai sempre con noi». Oltre alla mamma, il giovane lascia il padre Vittorino Gianni, la sorella Alessandra e la nonna Luigia. I familiari hanno ringraziato parenti, amici, conoscenti e la comunità di Noventa per la vicinanza dimostrata. —

Pubblicato su La Nuova Venezia