• Home
  •  > Notizie
  •  > La maglia del Grassaga firmata dai giocatori per ricordare Nicolò

La maglia del Grassaga firmata dai giocatori per ricordare Nicolò

Verrà posata sulla bara del 22enne il giorno dei funerali Ancora in prognosi riservata i due amici che erano in auto

NOVENTA di piave

La maglia del Grassaga per l’addio a Nicolò Minello. Non sono ancora stati fissati i funerali del 22 enne agente immobiliare e calciatore di Noventa, che ha perso la vita domenica sera nel tragico incidente stradale avvenuto a Salgareda. Anche ieri si è atteso invano il nulla osta alla sepoltura da parte della Procura di Treviso. La speranza è che possa giungere nella giornata di oggi. I funerali si potrebbero così svolgere sabato. Ma non è escluso che possano slittare a inizio della prossima settimana. Le onoranze funebri Stefanon e Brollo sono al lavoro per organizzare la cerimonia.

Il funerale si terrà nella chiesa di Noventa, grande a sufficienza per accogliere un cospicuo numero di fedeli nel rispetto delle norme Covid. Si sta lavorando per predisporre un impianto di diffusione dell’audio all’esterno della chiesa. E sul sagrato dovrebbero essere disposte delle sedie, così da assicurare il distanziamento sociale anche a chi rimarrà fuori. Intanto martedì sera i giocatori del Grassaga, la squadra in cui militava Nicolò, si sono riuniti al campo sportivo per decidere alcune iniziative in vista del funerale. Verrà donata una maglia della squadra con le firme di tutti i giocatori. Casacca che potrebbe essere adagiata sul feretro. Inoltre gli amici hanno predisposto un cartellone. Eventuali altre iniziative verranno discusse con la famiglia di Nicolò. Sono sempre ricoverati in prognosi riservata in ospedale a Treviso gli altri due giovani rimasti gravemente feriti nell’uscita di strada della Bmw 320 su cui viaggiavano in territorio di Salgareda.

Si tratta di Giuseppe Greco, 29 anni di Meolo, e Valerio Castiglione, 22 anni di Noventa. Nell’impatto sono rimasti quasi incolumi altri due giovani: Gaston Vogel Beita e Patrick Angeli. Quest’ultimo era al volante della vettura. Sull’incidente indagano la polstrada di Treviso e la Procura locale. I cinque giovani rientravano da una serata trascorsa insieme in pizzeria. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia