• Home
  •  > Notizie
  •  > Campo sportivo gremito per l’addio ad Alberto Gli amici: «Ciao Lupo»

Campo sportivo gremito per l’addio ad Alberto Gli amici: «Ciao Lupo»

MUSILE

Un grande e corale saluto al “Lupo”. Nel campo sportivo dietro la chiesa di Musile, scelto dal parroco don Flavio per mantenere distanze e sicurezza in presenza di così tanta gente, sono state celebrate le esequie di Alberto Mattiuzzo, 46enne conosciuto con il soprannome di Lupo, morto in un tragico incidente stradale sabato sera in via Caposile dove si trovava in sella alla sua Harley-Davidson dopo aver lasciato gli amici a Chiesanuova. Dalla casa funeraria “Oltre” , le onoranze funebri Stefanon Brollo hanno condotto nel silenzio il feretro fino all’ampia area dell’oratorio di Musile, dove lo attendevano i familiari con tutti i parenti e i tantissimi amici di Alberto distrutti dal dolore per la sua scomparsa improvvisa. Lascia papà Gianni e mamma Giusy, il fratello Antony con Valentina e l’adorato nipotino Vittorio che amava tanto.

Una famiglia unita e rispettata, originaria di Musile dove lui aveva tante amicizie sin dall’infanzia. Alberto si era trasferito a Chiesanuova, frazione di San Donà a pochi chilometri di distanza. E lavorava alla pasticceria di Jesolo Donatella ormai da diversi anni in sintonia con i colleghi anch’essi affranti per la sua morte. Era un appassionato di moto. Un uomo che tutti ricordano per la straordinaria energia e generosità che hanno lasciato un meraviglioso ricordo tra gli affezionati amici che ieri lo hanno salutati in lacrime: “Ciao Lupo” . —

g.ca.

Pubblicato su La Nuova Venezia