• Home
  •  > Notizie
  •  > La strage dei giovani e il dramma dei familiari

La strage dei giovani e il dramma dei familiari

San Donà

Il 2019 è stato un anno tragico per gli incidenti stradali tra il basso Piave e il litorale. Il 13 luglio è la data destinata a restare nell’immaginario collettivo con la morte di Riccardo Laugeni, Eleonora Frasson, Leonardo Girardi e Giovanni Mattiuzzo, speronati da un’auto pirata mentre tornavano da Jesolo Lido e piombati nel canale consortile di via Pesarona. Si gettarono in acqua alcuni passanti e in particolare un gruppo di kosovari, ma fu inutile e la sola a salvarsi fu la quinta giovane in auto, Giorgia Diral. Erano tutti ventenni. Giulia Bincoletto di 25 anni di San Donà è morta lo scorso anno a dicembre in un frontale in cui persero la vita anche altri due giovani, Matteo Gava di Salgareda e Chiara Brescaccin di Eraclea. L’incidente è avvenuto sulla bretella verso Noventa di Piave. Sara Guernier di Eraclea morì in moto a 29 anni lungo la strada arginale. Ma il lungo elenco di croci potrebbe continuare. La mamma di Riccardo Laugeni ha fondato un’altra associazione, Luci sulla Buona strada, per aiutare le famiglie delle vittime della strada. —

Pubblicato su La Nuova Venezia