• Home
  •  > Notizie
  •  > Marteggia piange Luigia il marito ancora non lo sa

Marteggia piange Luigia il marito ancora non lo sa

Cordoglio per la donna di 78 anni morta venerdì nell’incidente stradale a Musile Forse giovedì l’addio. Il consorte in ospedale: grave ma in lieve miglioramento

MEOLO. Dolore e cordoglio per la morte tragica di Luigia Pozzatello, la 78enne di Marteggia deceduta nell’incidente stradale di venerdì sera. L’anziana era in auto con il marito Andrea Dariol di 81 anni che è ancora ricoverato all’ospedale dell’Angelo di Mestre in gravi condizioni, ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. Peraltro sembra che stia migliorando con il passare delle ore. A Meolo tutti si sono subito informati sulle condizioni in cui versava l’uomo dopo l’incidente, saputo che purtroppo la moglie era deceduta.

Andrea Dariol ancora non sa che la moglie, compagna di una vita, non ce l’ha fatta dopo il terribile schianto in cui i due sono stati coinvolti. I medici e i parenti preferiscono aspettare che si riprenda prima di dargli la terribile notizia con la massima delicatezza possibile. C’era Dariol venerdì pomeriggio alla guida della Fiat 600. Dopo il sorpasso di un’altra auto sulla strada provinciale 48 in direzione Fossalta, poco dopo l’incrocio con via Fossetta, l’utilitaria ha toccato il veicolo che aveva davanti in fase di rientro e poi è sbandata contro uno dei platani. Andrea Dariol è rimasto ferito gravemente, Luigia Pozzatello, trasportata in elicottero all’ospedale di Treviso, è morta in volo. La coppia risiedeva in via dei Bianchi, nella località di Marteggia, dove abitano anche i fratelli di Dariol. Molto conosciuti e rispettati, i coniugi hanno avuto due figli. Dariol è stato per anni agricoltore e la moglie, casalinga, gli era sempre rimasta accanto seguendo le faccende domestiche e aiutandolo in caso avesse bisogno nella sua attività di lavoro dei campi.

Una coppia ancora affiatata e dinamica, che si spostava per brevi tragitti per andare a fare la spesa e trovare i parenti o gli amici. Purtroppo venerdì è stato l’ultimo pomeriggio vissuto insieme. I parenti sono affranti per la scomparsa di Luigia che viene ricordata come una donna semplice e generosa con tutti, sempre pronta ad aiutare chi avesse bisogno di lei. Si attende adesso il nulla osta della magistratura per fissare la data dei funerali di Luigia che saranno con tutta probabilità celebrati giovedì prossimo nella chiesa parrocchiale di Meolo.

Intanto non mancano le polemiche sulla strada che è molto trafficata da quando è stato realizzato il vicino sottopasso ferroviario. Già si sono verificati incidenti in passato. Tra l’altro sembra che proprio per metterla in sicurezza verranno tagliati alcuni platani lungo la strada.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia