• Home
  •  > Notizie
  •  > Agricoltore di 72 anni colto da infarto muore dentro il pollaio

Agricoltore di 72 anni colto da infarto muore dentro il pollaio

PORTOGRUARO

Ucciso da un infarto ieri pomeriggio mentre accudisce nel galline nel pollaio. È morto così un agricoltore di Lugugnana, Silvano Ruzza, 72 anni. A scoprire il corpo dell’uomo senza vita sono stati i familiari. A stabilire le cause naturali del decesso sono stati invece gli operatori sanitari del Suem 118 di Portogruaro, giunti sul posto. Ruzza viveva al civico 5 di via Taglio in una grande casa padronale, in aperta campagna, a ridosso del canale Fanotti, al confine con San Michele.

Dopo pranzo l’anziano ha salutato la moglie e la figlia ed è andato a curare i campi. Dopo aver sbrigato alcune faccende è entrato nel pollaio, per dare da mangiare ai polli. A un certo punto è stramazzato al suolo: il malore fatale non gli ha nemmeno dato la possibilità di implorare aiuto. La nipote, che vive nella stessa abitazione in una diversa unità, si è allarmata, poiché lo zio non era più rientrato. Erano circa le 15.30 quando la donna si è incamminata tra i terreni, scorgendo la sagoma dello zio, per terra tra le sue galline. Sul posto è intervenuta un’ambulanza. Il medico dell’equipaggio ha praticato la rianimazione, ma Ruzza non dava alcun segnale. Purtroppo, dopo oltre mezz’ora di tentativi, il possidente terriero è stato dichiarato deceduto. La salma è stata trasportata all’obitorio dalla ditta Duomo. Il nulla osta ieri sera non era ancora pronto. Si ipotizza, viste le cause naturali, che la salma possa essere messa a disposizione della famiglia in tempi brevi, per la benedizione del feretro in forma privata, e la successiva sepoltura. —

Rosario Padovano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su La Nuova Venezia